Una raccolta delle ultime notizie di cronaca, con articoli incredibili, strani, curiosi, divertenti, simpatici e sempre aggiornati! Diventa fan su facebook e seguici su twitter per non perderne nessuna!

Ritrovaci su Twitter e Facebook

venerdì 16 marzo 2012

Cioccolata e senso di colpa: potresti soffrire di un disturbo alimentare

Le donne che desiderano follemente la cioccolata ma si sentono terribilmente in colpa dopo averne mangiata anche solo una piccola quantità potrebbero avere una maggior probabilità di andare incontro a disturbi alimentari, oppure potrebbero esserne già affette. È quanto afferma una ricerca presentata al meeting annuale dell'American Psychiatric Association, appena conclusosi a San Francisco.
Dopo aver sottoposto un campione di 255 studentesse a una serie di questionari di valutazione del loro rapporto con il cibo, del loro grado di autostima, dell'immagine estetica di se stesse, e del loro “amore” nei confronti del nero fondente, un team di ricercatori dell'Università di Tolosa ha concluso che desiderare ardentemente una tavoletta di cioccolata e sentirsi terribilmente in colpa dopo averne mangiata anche solo un po' potrebbe rappresentare un fattore di predisposizione al rischio di disturbi alimentari.
Le ragazze che assumono questo atteggiamento mostrano infatti una maggior tendenza a rapporti “conflittuali” con il cibo e tendono ad avere un'immagine peggiore di se stesse, ha dichiarato Rachel  Rodgers, responsabile della ricerca.
Diverso è invece il caso in cui le ragazze mostrano un certo “evitamento” nei confronti della cioccolata, come ad esempio quando tendono a non comprare cioccolatini o a tenerli ben nascosti in casa per non cedere alla tentazione. In questi casi, sostengono gli autori dello studio, esiste un leggero rischio delle donne di andare incontro a disturbi alimentari ma la percezione della loro immagine allo specchio non sembra subire particolari “distorsioni”.
È importante sottolineare, precisano i ricercatori, come la presenza nei giovani di sensi di colpa legati al cibo sia da associare in molti casi al sospetto di disturbi del comportamento alimentare. Disturbi che spesso non vengono identificati o diagnosticati correttamente.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Archivio blog