Una raccolta delle ultime notizie di cronaca, con articoli incredibili, strani, curiosi, divertenti, simpatici e sempre aggiornati! Diventa fan su facebook e seguici su twitter per non perderne nessuna!

Ritrovaci su Twitter e Facebook

martedì 27 marzo 2012

Ricerca statunitense rivoluzionaria: mangiate cioccolato, fa dimagrire!






ROMA - Difficile credere che il cioccolato faccia dimagrire, eppure una ricerca americana dimostra che le persone che lo mangiano poco ma spesso sono in media più magre di chi lo mangia poco. È la dolce sorpresa emersa da uno studio di Beatrice Golomb della Università di San Diego pubblicato sulla rivista Archives of Internal Medicine. I ricercatori hanno visto che chi consuma spesso cioccolato tende ad avere un 'indice di massa corporea' (IMC - parametro per misurare condizioni di sovrappeso/obesità) più basso di chi non lo mangia.




Si tratta di un'insolita associazione che però, commenta Giacinto Miggiano, Direttore del centro ricerche nutrizione umana del Policlinico Gemelli di Roma, non va interpretata nel modo scorretto: il cioccolato non fa certo dimagrire, ma è pur vero che inserito in un'alimentazione varia ed equilibrata, a piccole dosi e meglio se fuori pasto, non è nemmeno un pericoloso nemico della forma fisica. Il cioccolato, soprattutto il fondente, è ricco di antiossidanti; svariati studi hanno mostrato che, mangiato con moderazione, protegge i vasi sanguigni, abbassa la pressione e ridurre il rischio di ictus. Ma è pur sempre un dolce pieno di grassi e zuccheri e di certo non fa bene alla linea, insiste Miggiano, soprattutto per chi, e non sono pochi, è cioccolato-dipendente e tende ad abbuffarsi. Eppure, studiando oltre 1000 persone, i ricercatori Usa hanno stimato che chi mangia più di frequente cioccolata ha una forma fisica migliore, quindi un IMC più basso. Come dire che mangiare il cioccolato non fa ingrassare, anzi. Resta da capire il motivo di ciò, non si tratta però necessariamente di un nesso di causa-effetto, ovvero mangi il cioccolato e quindi sei più magro, sottolinea Miggiano. Un'ipotesi plausibile ma tutta da verificare, conclude, è che il cioccolato dà il buon umore (contiene molte sostanze tra cui la serotonina, che danno benessere a livello cerebrale) e quindi può agire in senso edonistico portando le persone a mangiare globalmente meno: insomma, un pezzetto di cioccolato può dare soddisfazione inducendo a non abbuffarsi di altro.