Una raccolta delle ultime notizie di cronaca, con articoli incredibili, strani, curiosi, divertenti, simpatici e sempre aggiornati! Diventa fan su facebook e seguici su twitter per non perderne nessuna!

Ritrovaci su Twitter e Facebook

venerdì 6 aprile 2012

Tradizioni: la benzina a Pasqua costa di più










Il carobenzina accompagnerà anche l`esodo pasquale. I prezzi raccomandati sono infatti per la prima volta fermi dopo alcuni giorni di rincari ininterrotti, ma restano sempre su livelli elevati sia per la verde, le cui medie nazionali e punte nel Centro non accennano a scendere, sia per il diesel, i cui massimi al Sud assieme alla medie restano sostanzialmente fermi. Stabili anche i prezzi delle no-logo.





LE MEDIE NAZIONALI – Nel dettaglio, le medie nazionali sono oggi a 1,903 per la benzina, 1,787 per il diesel e 0,891 euro/litro per il gpl. Le punte sono invece rispettivamente a 1,989, 1,825 e 0,919 euro/litro. E’ quanto emerge dal monitoraggio di quotidianoenergia.it in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per Check-Up Prezzi QE. A livello Paese il prezzo medio praticato della benzina (in modalità servito) va dall`1,892 euro/litro di Esso all`1,903 di Shell (no-logo a 1,821). Per il diesel si passa dall`1,780 euro/litro di Shell all`1,787 di Q8 (no-logo a 1,674). Il Gpl, infine, è tra 0,881 euro/litro di Esso e Shell e 0,891 di Eni (no-logo a 0,845).
IL CAR SHARING - In occasione della Pasqua, l’Agenzia per la Mobilità di Roma Capitale propone il car sharing non solo in città ma anche per le gite fuori porta. A partire da oggi e fino al lunedì di pasquetta si può prenotare il servizio, con tariffe scontate ancora più convenienti e ridotte. L’offerta è articolata per scaglioni di 24 ore, che privilegiano chi riesce ad utilizzare la vettura per periodi multipli di 24 ore.
L’ESEMPIO – Un esempio: l’utilizzo di una Panda per 3 giorni interi (72 ore), con 100 km di percorrenza, costerà meno di 110 euro, a fronte di oltre 155 della tariffa standard, con un risparmio di oltre 45 euro. E senza dover pagare il pieno di benzina. Anche utilizzandola per sole 70 ore e includendo l’intero fine settimana (quindi con tariffa oraria più favorevole), sempre con una percorrenza di 100 km, l’offerta fa risparmiare: meno di 110 eurp contro oltre 117. L’offerta è articolata per fasce di 24 ore prefissate: sia che la vettura venga utilizzata per 96 ore che per 90 o per 80, la cifra per il consumo orario che viene addebitata è la stessa. Prevista anche una tariffa chilometrica scontata. (Tmnews)