Una raccolta delle ultime notizie di cronaca, con articoli incredibili, strani, curiosi, divertenti, simpatici e sempre aggiornati! Diventa fan su facebook e seguici su twitter per non perderne nessuna!

Ritrovaci su Twitter e Facebook

lunedì 14 maggio 2012

Lo Schettino dei cieli




Il dramma del velivolo russo  Suchoi Superjet 100 sarebbe stato causato da una manovra spericola del pilota dell’aereo. Il comandante del velivolo dell’Aeroflot Alexander Yablontes avrebbe deciso di sorvolare una base militare da un’altezza troppo bassa e ravvicinata al vulcano sul quale si è schiantato il Suchoi Superjet 100.
ERRORE DEL PILOTA – Secondo le prime ricostruzioni dell’incidente mortale che ha distrutto il velivolo russo  Suchoi Superjet 100 la colpa della tragedia sarebbe attribuibile al comandante. Per le informazioni  rivelate da Bild  il pilota Alexander Yablontes avrebbe deciso di far vedere ai passeggeri del volo una base militare. Così facendo, il comandante russo avrebbe portato l’aereo ad un’altezza molto bassa, deviando dalla rotta assegnata e determinando così lo schianto che ha tolto la vita a tutte le persone che si trovavano sul Suchoi Superjet 100. Sarebbe questa la spiegazione dell’incidente emersa dalle analisi del volo mortale.
SCHIANTO EVITABILE- La caduta dell’aereo russo ha tolto la vita a 47 persone, che erano salite per il primo volo del Suchoi Superjet 100, il gioiello della flotta russa. Poco dopo la partenza l’aereo era sparito dai radar della torre di controllo, poco dopo aver richiesto il permesso di abbassarsi dai 3 mila metri della rotta a soli 1800, probabilmente per far meglio vedere ai passeggeri la base militare situata vicino al vulcano indonesiano situato vicino al Monte Salak a Bogor, una città della Giava occidentale. Finora sono stati recuperati solo 20 cadaveri, anche se le operazioni continuano a proseguire nella foresta indonesiana.
Lo Schettino dei cieli

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Archivio blog