Una raccolta delle ultime notizie di cronaca, con articoli incredibili, strani, curiosi, divertenti, simpatici e sempre aggiornati! Diventa fan su facebook e seguici su twitter per non perderne nessuna!

Ritrovaci su Twitter e Facebook

martedì 1 maggio 2012

Sposarsi tra cugini? Fa bene al DNA





ROMA- É stato sdoganato un grande tabù, il matrimonio tra cugini è ingiustamente stigmatizzato. Lo afferma Alan Bittles, un ricercatore australiano della Murdoch university, che nel suo libro in uscita, 'Consanguinity in Context', pubblicato dall'università di Oxford, ribalta addirittura il concetto: non solo la pratica non è pericolosa, ma "farebbe bene" anche ai geni e al dna. Secondo Bittles, che studia il problema da 35 anni, il 10% della popolazione mondiale è sposata con un cugino di primo o secondo grado, e in alcune zone soprattutto in Asia e Medio Oriente la percentuale sale al 50%. Il rischio di aumento di malattie genetiche, afferma il ricercatore, è stato sovrastimato: «Non c'è dubbio che sia maggiore - scrive - secondo diversi studi il matrimonio tra cugini aumenta la probabilità di malattia fino al 4%. Il pericolo riguarda però solo alcune patologie estremamente rare, e il 90% di questi matrimoni non comporta alcun rischio». Anche Charles Darwin, sottolinea Bittles, era sposato con sua cugina Emma, e anche i suoi nonni erano primi cugini, ma la pratica risale a molto prima: «I primi uomini a migrare dall'Africa lo hanno fatto in piccoli gruppi di cacciatori-raccoglitori - spiega - ed è più che probabile che dato lo scarso numero di opzioni il matrimonio tra consanguinei fosse normale. Ad evitare il diffondersi di malattie genetiche è stato il fenomeno del 'purging', in cui i geni difettosi vengono rimossi dal Dna». Questo fenomeno, spiega l'esperto, che sta studiando come i matrimoni tra consanguinei dei primi uomini abbiano influito sul Dna umano attuale, rischia però di perdersi: «Diminuendo i matrimoni tra cugini potremmo forse avere dei vantaggi a breve termine - spiega - perdendo però quelli più duraturi».

 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Archivio blog